lunedì 1 marzo 2010

Le domande più strane di Febbraio

Eccoci al resoconto delle domande più strane del mese, delle vere perle di saggezza..


Mercoledì 3 Febbraio ore 03.39

Anonimo
Ciao Waset, volevo chiederti una cosa che mi assilla da tempo, a cui non riesco proprio a dare una risposta, confido in te per la soluzione.
Avevo letto tempo fa su internet, che la mummia di Ramses II si svegliò in presenza di diversi testimoni, ma di questo avvenimento nessuno sa nulla, ma è mai possibile che i servizi segreti riescano a censurare anche una cosa così grande?
Ti ringrazio in anticipo per la risposta.

Risposta
Ciao, capirei la tua sorpresa nel sapere che una mummia era tornata in vita, e il tuo smarrimento nell'apprendere che nessuno ne sapesse niente; ma le cose non andarono esattamente così.
Qualche tempo fa al Cairo, il braccio destro della mummia del faraone Ramses II scattò all'improvviso, questo fu dovuto alla presurizzazione e al calore all'interno della teca in cui era conservata la mummia. Come vedi non c'è nessun complotto.

Martedì 16 Febbraio ore 11.17

Anonimo
Ciao, ho letto sul forum che sei un egittologa, volevo chiederti perché voi studiosi dell'antico Egitto, continuate a negare che a Dendera ci sono dei rilievi che rappresentano delle vere è proprie lampade elettriche, non siete stanchi di aggrapparvi sugli specchi?

Risposta
Buongiorno, non siamo stanchi perché non lo abbiamo mai fatto, ciò che tu chiami ''lampade di Dendera'', non è altro che una rappresentazione mitologica, il serpente primordiale che nasce da un fiore di loto è un mito egizio conosciuto e anche il sostegno è un simbolo ricorrente nell'arte egiziana, collegato con Osiride e raffigurante la sua spina dorsale. La scena dovrebbe pertanto rappresentare la costruzione di due santuari primordiali. A questo stesso ambito riporta il significato dei geroglifici iscritti. Ti voglio dare un consiglio personale, cerca sempre di capire dov'è la verità, aldilà delle tue idee personali.

Domenica 21 Febbraio ore 14.26

Anonimo
Buongiorno Waset, leggo tutti i tuoi articoli con grande interesse, però mi chiedo perchè non parli mai dei difetti del popolo egizio?erano cannibali, avevano costruito le piramidi con gli schiavi e poi non erano questi gran guerrieri; secondo me sei poco obiettiva.

Risposta
Buongiorno e buona domenica, io parlerei di questi aspetti se fossero veri, ma ormai è da tempo che si è dimostrato che le piramidi non furono costruite dagli schiavi e che l'Egitto fu una potenza militare da non sottovalutare, anche se spesso molti di voi cadono nell'errore di paragonare diverse civiltà su una stessa base, la civiltà egizia non fu una potenza militare come quella romana, ma la sua grandezza e superiorità era in altri aspetti.
Per quanto riguarda il cannibalismo, penso che tu ti riferisca a due episodi, il primo è ''l'inno cannibale'', che era un testo di epoca arcaica che fu preservato fino all'Antico Regno e che nulla aveva a che fare con la pratica del cannibalismo, poiché si parla di metafore. Il secondo episodio, riguarda un periodo di crisi, all'incirca tra il Primo periodo intermedio e il Medio Regno, dove alcuni egittologi hanno ipotizzato che per la carestia e la fama, gli antichi egizi, si diedero al cannibalismo; ipotesi ormai naufragata da diverse scoperte.
Molto presto parlerò anche di aspetti meno piacevoli della civiltà egizia, come le varie condanne di morte.


Ora vorrei condividere con voi, una bellissima e-mail che ho ricevuto il mese scorso, e che mi ha fatto riflettere su quello che l'Egitto ha rappresentato per me e sicuramente per tutti voi.

Venerdì 26 Febbraio ore 21.02

Sabrina
Buona sera Waset, i tuoi articoli mi piacciono molto, sono pieni di informazioni e di particolari interessanti, io sono una ragazza di sedici anni che sogna di diventare un egittologa, vorrei poter vivere in quel bellissimo paese e contribuire alla conoscenza di quella che fu una delle più grandi civiltà del mondo, anzi, la più grande. Molti miei coetanei, non hanno passione, passano il tempo con i videogiochi, su msn o dietro al fidanzato/a; non rendendosi conto che ci sono mille cose a cui potrebbero interessarsi. La mia passione è nata quando ero alle scuole medie, studiammo l'arte egizia e mi innamorai della purezza dell'architettura e della nobiltà delle raffigurazioni egizie. Per tutti questi quattro anni, non ho fatto altro che incrementare la mia passione con diverse letture. Vorrei sapere da te qualche testo che mi consigleresti su questi argomenti: letteratura, Akhenaton, Egitto tolemaico e religione.
Grazie, Sabrina.

Risposta
Ciao Sabrina, la tua passione è molto bella, è una cosa che se saprai coltivare, ti appassionerà per tutta la vita. Tieni sempre presente che davanti a te c'è un percorso lungo e difficile, ma nulla di impossibile per te che hai un grande amore verso questo paese e la sua civiltà. Ti consiglio questi testi..

Letteratura: Letteratura dell'Antico Egitto di Edda Bresciani
Akhenaton: Akhenaton e Nefertiti di Franco Cimmino
Egitto Tolemaico: L' Egitto dopo i faraoni di Bowman
Religione: Egitto magico religioso di De Rachewiltz
A presto, Waset.

Nessun commento:

Posta un commento