mercoledì 1 giugno 2016

La nuova Tebe

Agli inizi del Terzo Periodo Intermedio, la capitale fu spostata a San el-Hagar, da dove i faraoni potevano controllare il Basso Egitto. Il controllo dell'Alto Egitto rimase ai grandi sacerdoti di Amon a Tebe.


Nel Nuovo Regno, il crescente potere dei sacerdoti di Amon a Tebe costituì una grave minaccia per la monarchia. Per tale motivo, Sethi I e Ramses II potenziarono 'esercito e ne fecero la base del loro potere. Ramses II, per sottrarsi al dominio del clero, trasferì la capitale a Pi-Ramses, una città nuova situata nella zona del Delta orientale. Negli ultimi scorci del suo regno, il faraone incontrò difficoltà nel neutralizzare il potere dei sacerdoti. Durante il regno di Ramses VI, i sacerdoti tebani giunsero a possedere i tre quarti delle terre e un enorme numero di navi e laboratori. Il loro potere sullo Stato era assoluto. Alla fine del periodo ramesside esplose la guerra tra i seguaci di Seth e quelli di Amon. Durante il regno di Ramses XI, le città di Pi-Ramses e Tell el-Dab'a, legate al culto di Seth, furono sostituite in importanza da San el-Hagar, non molto distante da queste e consacrata al dio Amon di Tebe.

Ramses XI nominò Herihor gran sacerdote di Amon a Tebe. Questi impose il proprio potere e, nel Terzo Periodo Intermedio, fu il primo di una dinastia formata dai gran sacerdoti di Amon. Il successore di Ramses XI fu Smende, visir del Basso Egitto, con il quale cominciò la XXI dinastia. La capitale fu trasferita da Pi-Ramses a San el-Hagar. Il clero tebano non fu però in grado di mantenere l'ordine, e finì per perdere il controllo della Nubia. A quel punto, aumentarono i saccheggi delle tombe e la situazione andò peggiorando, tanto da indurre il grande sacerdote Pinodem II a prendere la decisione di trasferire le mummie dei re e quelle dei sacerdoti in alcuni nascondigli a Deir el-Bahri. Nel 945, i Libici, salirono al trono e imposero il proprio potere sull'Alto e sul Basso Egitto.

1 commento:

  1. San el Hagar che poi è Tanis o no? Qui Pierre Montet ha trovato la sepoltura di Psusenne I, famoso per il suo sarcofago antropoide d'argento.

    Per quel che riguarda il trasferimento delle mummie reali nella cachette DB320 è solo l'ultimo di una serie di peregrinazioni iniziate dopo i saccheggi delle tombe nella valle dei re e lo smantellamento della necropoli reale, argomento sul quale ci sarebbe da scrivere un bel po'. Io intanto ho da poco ricevuto il nuovo "Oxford Handbook of the Valley of the Kings" a cura di Kent Weeks e R. Wilkinson e la partecipazione di innumerevoli egittologi (Aidan Dodson, etc.) . Very interesting. Di Aidan Dodson consiglio anche un interessante articolo per il Bulletin of EES riguardante il "Com'era la valle ai tempi di Tut Ankh Amon" e la probabile causa che ha permesso alla sua tomba di rimanere inviolata fino alla sua scoperta da parte di Carter nel 1922.

    Bye

    RispondiElimina